Guida Roulette

Guida roulette! Guida roulette è divertimento e brividi

Archivio per novembre, 2012

Postato da admin Il novembre – 30 – 2012

Il gioco del Craps è un gioco che proviene dall’Inghilterra, inizialmente giocato coi dadi. Erano i crociati a giocare a Craps, dopodiché trovò una sua diffusione anche in Francia mentre durante la seconda guerra mondiale riempiva il tempo libero dei soldati.  Più giocatori giocano contro il banco. Il casino, in ogni modo, ottiene diverse vincite per ogni scommessa, il giocatore, dal canto suo, deve gettare i dadi e può scommettere apponendo una fiche sulle sezioni della scheda.  C’è anche la possibilità di giocare a craps senza gettare i dadi e questa opzione è possibile solo se il pulsante del dealer è su “on”. Quando è così, significa che il punto è stato stabilito, così i giocatori possono scommettere. Quando avvengono i pagamenti? Solitamente tra un rotolamento dei dadi e l’altro, si paga e si fa raccolta delle scommesse perdenti. Dopodiché si può procedere nuovamente alla scommessa. C’è una figura, definita “uomo stick” che è colui che monitora l’azione sul tavolo e stabilisce quando assegnare al tiratore i dadi da lanciare. Dopo quest’operazione, non è più permessa alcuna puntata. Ogni giocatore pone i soldi sul tavolo, in bella vista, in modo da poter essere esaminato dalle telecamere di sicurezza.

 

Postato da admin Il novembre – 29 – 2012

Le roulette multiplayer sono la nuova frontiera del gambling. Realizzate da Microgaming, le roulette multiplayer sono ormai divenute molto popolari e permette fino a sette giocatori di giocare in contemporanea al tavolo della stessa roulette e, attraverso le opzioni speciali di Microgaming, possono vedere dove puntano gli altri. Grazie al colore delle fiches, scelte prima della partita, i giocatori si possono riconoscere tra loro.  Tutto questo è reso possibile dalla tecnologia adoperata da Microgaming a prova di errore. La roulette multiplayer rientra all’interno della gamma Live Dealer ed è in buona compagnia, basta dare uno sguardo alla sezione che comprende Blackjack, Roulette, Baccarat e Baccarat Multi-player. E’ proprio quest’ultimo ad aver portato numerosi giocatori sulla piattaforma proprio perché, con i giochi Microgaming, si respira la vera atmosfera dei casinò e la roulette multiplayer è già stata recepita positivamente proprio perché verosimile e capace di trasmettere la giusta tensione al giocatore.

 

Postato da admin Il novembre – 28 – 2012

Una variante di roulette da conoscere assolutamente è la Bonus Roulette, che ritroviamo in molti casino online, classica nella versione ma con una variante bonus che permette, ai giocatori della roulette, di esponenziare le vincite già ottenute giocando al livello normale. Uno dei casino italiani online che offre questa variante è NetBet Casino dove, addirittura, viene offerta la possibilità di giocare scommettendo soldi finti in modo da familiarizzare con il gioco. Potete giocare alla Bonus Roulette, in versione flash, cliccando direttamente sul gioco e giocando senza limiti temporali e senza alcuna iscrizione al casino.  Cliccando sulle chips, una volta partito il gioco, proprio per definire la tua giocata, puoi intraprendere la tua strategia facendo girare la ruota e, una volta ottenuta una vincita, puoi subito raddoppiare o triplicare il totale guadagnato. Quando si vince, dopo l’arresto della ruota, entriamo subito nel secondo gioco, cioè una ruota della fortuna divisa in diverse caselle. Su ciascuna casella è possibile visionare un moltiplicatore di vincita, da 1x a 3x, le altre caselle sono nere e possono sia abbassare che rendere nulla la vincita. Ovviamente questa parte “bonus” non è obbligatoria e, se già avete accumulato un bel bottino durante il gioco base e volete incassare, non entrate in questa sezione e cliccate sul tasto “incassa”.  Bonus Roulette è un gioco divertente proprio per la sua interattività, considerate anche le tabelle statistiche che vi mette a disposizione e, solo così, potrete decidere in che modo affrontare le partite successive.

 

Postato da admin Il novembre – 27 – 2012

Il gioco della roulette è incredibile perché potete trovare un vostro metodo per rincorrere la vittoria. Il metodo delle chance multiple è molto adoperato dai giocatori di roulette in quanto semplice ma che richiede una partecipazione emotiva di non poco conto. Concentriamoci, quindi, sulle puntate multiple con le rispettive probabilità di successo.

L’En-plein è una delle chance multiple più semplice e rischiosa : si punta su un singolo numero con probabilità di vittoria pari al 2,7%. Si vince, quindi, trentacinque volte la puntata. Cheval, invece, è quando si punta su una coppia di numeri di seguito sul tavolo verde, che sia orizzontale o verticale. Posizioniamo, quindi, le fiches tra i due numeri che abbiamo scelti e, in caso di vittoria, il banco dà diciassette volte la posta, quindi una probabilità di vittoria pari al 5,4%. La terzina, invece, detta “transversale pleine” considera l’adiacenza di tre numeri disposti in orizzontale o la serie composta dallo zero, l’1  e il 2 o 0,2, 3 con probabilità di vittoria pari a 8,1%.  Ma, chiaramente, le probabilità di vittoria più alte si hanno col carrè, la chance multipla dei numeri adiacenti che vanno a formare un quadrato sul tavolo, come 1,2, 4 e 5 o sui primi quattro numeri. Probabilità di vittoria del 10,8% vincendo otto volte la posta. Infine, la sestina, definita anche “Transversale simple”, dove si punta sui sei numeri adiacenti messi su due file orizzontali. Come potete immaginare, si vince più facilmente con probabilità altissime, pari al 16,2%.  Insomma, un metodo per sbancare la roulette ma anche uno studio affatto approssimato delle possibilità che la nostra amata ruota può offrirci.
Prova a giocare alla roulette in flash anche sul sito di bwin, ottimo sito non solo per le scommesse, dove tra l’altro puoi controllare tutte le quote scommesse degli eventi sportivi del momento.

Postato da admin Il novembre – 26 – 2012

Il baccarat è un gioco molto semplice ed è distribuito in modo tale da avere quattordici posizioni numerate da 1 a 15, eccezion fatta per il 13 che viene considerato come un numero sfortunato. Nel baccarat ciascuna posizione ha tre aree dove andare a collocare le puntate in corrispondenza del numero. Disposti al centro del tavolo, i mazzieri controllano i giocatori che si trovano sul proprio lato. Il gioco comincia con una persona che chiama le carte dopo la loro distribuzione fatta, però, dai giocatori stessi. Il baccarat non va studiato ma fa in modo che il giocatore riesca ad apprenderne i segreti sul campo, a contatto con altri players.  E’ una sfida col banco e si ha sempre la possibilità di puntare sia sul dealer che sul giocatore. Quindi, carte alla mano, bisogna tendere quanto più al nove senza mai totalizzare un numero più alto dello stesso valore dato che, quando player e banco hanno un valore di 10 o maggiore, si vedono togliere un 10 al totale della loro somma. Le carte nel baccarat hanno questo valore : 1 è l’asso, da 2 a 9 mentre dal 10 al re è zero. Se prendiamo, quindi, come esempio, una mano composta da 4-Q, vediamo che questa totalizza come punteggio 4, da 4+0. Mentre un 3 e un 7 fanno un 10. Seguiteci ancora sul nostro blog per scoprire consigli e trucchi che vi saranno utili in questo gioco.

 

 

 

 

Postato da admin Il novembre – 21 – 2012

Una questione sollevata da alcuni studiosi è quella di considerare la roulette non più come gioco di azzardo, ma come un metodo di probabilità e allenamento matematico.
Questo nuovo punto di vista è dovuto dalla natura della maggioranza delle strategie riguardanti la roulette, molte basate su fattori di calcolo matematico (come il sistema fibonacci) oppure questioni di probabilità e statistica, come il metodo del rosso e nero. Sono tutte strategie basate sul calcolo di probabilità che escano i numeri previsti entro un certo numero di puntate. E non a caso molti professionisti del gioco di azzardo studiano molto prima di ritrovarsi a giocare seriamente al tavolo roulette.

Ma se c’è una teoria che considera la roulette come esercitazione matematica, dall’altro lato non possiamo smettere di considerare la roulette come un gioco di azzardo. La mole di denaro che gira attorno alla roulette è fin troppo elevata per smentire le voci degli studiosi.
Chi vuole provare le tecniche di statistica, matematica e probabilità è libero di esercitarsi al tavolo roulette, ma dovrà pagare come tutti gli altri per poter partecipare al gioco.  Altrimenti rimarrà a guardare e segnare le uscite senza disturbare gli altri giocatori.
La roulette rimarrà comunque un gioco di azzardo molto emozionante, ma la notizia che si possa vincere grazie alla matematica forse invoglierà i giocatori regolari a studiare un po’ di più per ottenere delle puntate vincenti.

Postato da admin Il novembre – 19 – 2012

Chi dice che la roulette sia un gioco di fortuna si sbaglia di grosso. Fantasia e tenacia sono i trucchi per vincere e portare a casa un risultato. I trucchi alla roulette si basano soprattutto su questi due perni e ai principianti consigliamo di apprendere alcune strategie per poter giocare e vincere nella maniera giusta. Partite dal vostro bankroll e investite il denaro piano piano ripuntando nuovamente solo il denaro vinto. Quindi è necessario investire delle somme di denaro che non vanno a ridurre le vincite ottenute in precedenza giocando. Bankroll e amministrazione del denaro sono i trucchi iniziali per poter affrontare la ruota, dopodiché investite tutto sulla fantasia e sulla tenacia. Mai perdere il controllo ma bisogna avere lo spirito giusto per affrontare consapevolmente la giocata. Evitate di fare puntate singole o da cinque numeri per un fatto probabilistico, mai effettuare una puntata già fatta da un altro giocatore. Infine, tra roulette europea e quella americana, scegliere sempre quella europea con un numero di slot minore (quindi non possiede lo 00). E’ un gioco di testa, fatto di osservazione e statistica, dove le decisioni devono essere prese con rapidità.  Fate, però, il possibile per non perdere tutto, compresa la testa.

 

Postato da admin Il novembre – 12 – 2012
Ci sono alcuni consigli che dovete conoscere per giocare alla roulette nel migliore dei modi. Sono consigli semplici, basati semplicemente sull’osservazione della roulette, prevedendo la caduta della pallina. Spesso capita che la gente non riesca a monitorare nel migliore dei modi la roulette, è necessario allora capire realmente come funziona. Lo zero è favorito per approciare una tecnica di osservazione per via del colore, il verde, e risalta sulle altre. Ricordiamoci che la pallina raggiungerà una determinata velocità, diversa da roulette a roulette, e occorre sapere misurare la sua caduta. Allora una prima tecnica è quella dell’incrocio dove si prende come riferimento il punto in cui la pallina incrocerà lo zero. Inizialmente saranno tantissimi per poi diminuire progressivamente fino ad avere la stessa velocità della ruota. Mentre, invece, nella Losanga, utilizziamo il metronomo per misurare la velocità della roulette e individuare la casella in cui cadrà la pallina. Si chiama “della losanga” perché si prende in considerazione una losanga e tutte le volte che si sentirà il metronomo vibrare, si trascrive il numero in relazione alla losanga. L’osservazione porterà numerosi numeri con i tempi dove capiremo quanto tempo la pallina avrà impiegato per cadere. Bisogna, alla fine, capire una corrispondenza tra la losanga finale e quelli segnati durante i passaggi. Sempre col metronomo è il metodo del punto fisso dove questo strumento viene utilizzato per dare una sola vibrazione a un intervallo di tempo prefissato. Sarà proprio in quel momento che osserveremo la pallina e dove si sarà posizionata col rispettivo numero di riferimento. Tra i consigli che vi abbiamo dato, questo è ottimo per cominciare a familiarizzare con le tecniche per la roulette.

 

 

Postato da admin Il novembre – 7 – 2012

Tra i metodi per vincere alla roulette riscuote grande successo tra i giocatori quello di D’Alembert. I metodi per la roulette sono tanti ma questo o quello “della Martingala” hanno garantito la vittoria in molti casino e sono tra i pochi ad essere continuamente usati. Pur se è sempre la casualità a farla da padrone in questo gioco, è necessario avere sempre una strategia in testa da applicare al momento giusto. D’Alembert era un matematico, grande giocatore, e la sua strategia è basata sul calcolo delle probabilità e su un principio matematico, cioè se giochiamo alla roulette sul rosso e sul nero abbiamo il cinquanta per cento delle probabilità che esca una delle due combinazioni ma, secondo il matematico, tutto tornerà ad una situazione di equilibrio. Il metodo della Martingala, invece, è basato sulla dinamica che bisogna raddoppiare la puntata tutte le volte che si perde. E’ tra i metodi che garantisce la vittoria sul lungo termine facendo rischiare parecchio il giocatore se non riesce a gestire nel migliore dei modi il proprio bankroll. D’Alembert, ad esempio, dopo aver puntato una somma all’inizio, non la raddoppiava in caso di sconfitta ma la rigiocava ancora e sommava l’ammontare della prima puntata alla seconda. In caso di vittoria, invece, si va a puntare la somma appena giocata meno quella iniziale e, se si perde ancora, si aumenta la cifra in base all’ammontare della giocata iniziale. Il trucco è tornare a vincere con la cifra investita alla prima puntata.

 

 

 

Postato da admin Il novembre – 2 – 2012

Trente et quarante, il gioco ideale per passare una serata diversa dal solito. Trente et quarante è il gioco adatto per provare il gusto del brivido e della scommessa, e non è nemmeno necessario andare in un casinò vero per giocarci! E’ a disposizione di tutti i software di casinò online, oppure tramite app. Oppure potete fare da voi, a casa vostra!

Ma come si gioca a trente et quarante? Adesso ve lo spieghiamo noi!
Dovete procurarvi sei mazzi di carte da 52, sparpagliarle sul tavolo per poter cominciare. Vi occorreranno quattro combinazioni a specchio per poter giocare : rosso e nero, colore e inverso. Il compito del croupier, o del mazziere se giocate a casa vostra, è quello di disporre le carte in due file: la prima fila farà vincere il nero, la seconda fila invece farà vincere il rosso.
L’origine del nome può trarre in inganno, ma in realtà ha una sua logica. Sommando le carte delle due file si otterrà come risultato un numero fra il trenta e il quaranta, così da poter chiudere la partita.

Se giochiamo invece nella modalità per colore o inverso avremo delle regole diverse. Si punterà su colore o su inverso per poter vincere.  Se il giocatore, scoprendo la prima carta, trova il colore vincente che aveva puntato, avrà fatto “colore” e vinto il turno. Se invece avete puntato su inverso, vince se uscirà il colore opposto al vostro.
Le puntate dei giocatori vengono messe in prigione se la somma di entrambe le file è uguale a 31.

Insomma giocare a trente et quarante è semplice!